Alberghiero del Mare di Cellole premiato dall’Associazione V.E.R.I.

Campania Felix

17/12/2019

427 visualizzazioni

CELLOLE-(Anna Smimmo) – Il 15 Dicembre, presso il teatro Ariston di Mondragone, si è tenuta la cerimonia di premiazione dell’associazione V.E.R.I., che per la dodicesima volta si è incaricata di riconoscere e premiare gli alunni delle scuole del territorio che si sono distinti per la sensibilità mostrata.
L’associazione V.E.R.I nasce nel 2008, con lo scopo di ricordare la cittadina mondragonese Veronica Abbate,
vittima di femminicidio all’età di soli 19 anni. Da allora l’associazione, di cui Tina, la mamma di Veronica, è membro propulsore, non ha mai smesso di battersi per contrastare la violenza contro le donne.
La serata della premiazione è solo un arco conclusivo di un progetto di sensibilizzazione che le scuole del
territorio portano ormai avanti da tempo. L’IPSSART Teano- Cellole è sempre stato molto attivo nel
cercare di coinvolgere i propri studenti e spingerli ad affrontare tematiche importanti, ma spesso ancora
sottovalutate, come appunto quella della violenza contro le donne.
Non solo i docenti si sono sempre impegnati nell’affrontare tale tematica in classe, ma sono nate numerose
iniziative al fine di mantenere sempre vivo l’interesse sulla questione, come le panchine rosse della sede di Borgo Centore, simbolo della nostra solidarietà come scuola verso tutte le donne che hanno subito e continuano a subire violenze e maltrattamenti.
Quello che è accaduto il 15 Dicembre, è stato il risultato del lavoro in sinergia delle scuole, delle istituzioni
del territorio, dell’associazione VERI e della tenacia di Tina, una donna incredibile che ha trovato il coraggio
di trasformare il suo dolore in forza, al servizio di tutte le donne che ancora soffrono e si sentono sole e indifese.
Nel corso della serata, anche la suddetta scuola ha trovato spazio per un riconoscimento, grazie all’elaborato
di Martina Todisco. É stata conferita una targa per la sensibilità dimostrata nel trattare il tema della violenza contro le donne, con l’augurio che questo possa essere solo il primo di tanti successi e che
l’attenzione sulle donne maltrattate sia sempre vigile.

Comments

comments

Condivi il post su: