EXTRABIO CAMPANIA 2020: COLDIRETTI, L’ECCELLENZA ALL’INSEGNA DELLE DONNE

Campania Felix

09/07/2020

112 visualizzazioni

 

Si è tenuta questa mattina alla Borsa Merci in corso Meridionale a Napoli – seppur in forma ridotta per rispettare le prescrizioni anti covid – la cerimonia di premiazione di Extrabio 2020, il premio dedicato agli oli extra vergine biologici organizzato dalla Regione Campania in collaborazione con Camera di Commercio di Napoli e Coldiretti Campania. Un premio che quest’anno per Coldiretti si è tinto di rosa, grazie ad un fortissimo protagonismo delle donne. Anzitutto a rappresentare la principale organizzazione agricola è stata Valentina Stinga, responsabile di Coldiretti Donne Impresa Campania. A ritirare uno dei primi premi vincitori è stata Claudia Sorbo, dell’azienda agricola Villa Sorbo di Galluccio (Caserta) e delegata regionale di Coldiretti Giovani Impresa Campania. Infine l’annuale premio speciale “Biolabel”, assegnato da Coldiretti Campania alla migliore etichetta, è stato ritirato da Alessandra de Martini dell’azienda agricola de Martini di Fragneto l’Abate (Benevento). A rappresentare l’assessorato all’agricoltura della Regione Campania è stata la dirigente Brunella Mercadante, mentre la Camera di Commercio di Napoli ha partecipato con il vicepresidente Fabrizio Luongo. La giuria degli assaggiatori è stata guidata da Maria Luisa Ambrosino, capo panel della Camera di Commercio di Napoli.

 

PREMIO EXTRABIO 2020

ELENCO AZIENDE PREMIATE

Categoria Fruttato Leggero

Primo classificato: Villa Sorbo, Galluccio (CE)

Categoria Fruttato Medio

Primo classificato: Tenuta Romano, Ponte (BN)

Categoria Fruttato Intenso

Primo classificato: FAM, Venticano (AV)

 

PREMI PROVINCIALI

Provincia di Napoli: Le Tore, Massa Lubrense

Provincia di Avellino: Case d’Alto, Grottaminarda

Provincia di Benevento: Torre a Oriente, Torrecuso

Provincia di Caserta: La Pianurella, Capua

Provincia di Salerno: Pietrabianca, Casalvelino

 

PREMIO BIOLABEL

Augusto de Martini, Fragneto l’Abate (BN)

 

Comments

comments

Condivi il post su: