Il 2019 anno di svolta: Cellole verso l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR)

Campania Felix

28/11/2019

721 visualizzazioni

CELLOLE- (Anna Smimmo)- All’epoca l’idea di un’anagrafe unica per tutta l’Italia, che viaggiasse su binari digitali e non in faldoni cartacei, sembrava destinata a rimanere sulla carta. Oggi, invece, sono oltre 20 milioni i cittadini già presenti su ANPR e quasi 15 milioni sono in fase di presubentro; entro la fine del 2019 la popolazione subentrata sarà di oltre 45 milioni.

Un nuovo passo in avanti verso la “semplificazione” e “digitalizzazione” dei processi amministrativi è anche il Comune di Cellole. Fino a poco tempo fa i Comuni che entravano in ANPR erano considerati pionieri, poi amministrazioni virtuose (Milano, Torino, Perugia o Catania). Oggi il subentro in ANPR non può più essere considerata un’operazione di nicchia ma è un passaggio dovuto (per legge, art. 62 del Codice dell’amministrazione digitale) ed essenziale per un Comune che vuole stare al passo con i tempi dal punto di vista tecnologico.

“I cittadini non dovranno più preoccuparsi di comunicare a ogni ufficio della Pubblica Amministrazione i dati anagrafici o il cambio di residenza. Le procedure di variazione sono semplificate: i vantaggi immediati per i cittadini sono la richiesta di certificati anagrafici (residenza, stato libero, stato di famiglia, cittadinanza..) in tutti i comuni, il cambio di residenza più semplice ed immediato, ed, a breve la possibilità di ottenere certificati da un portale unico. Ringrazio l’area Amministrativa e l’ufficio Anagrafe, per aver raggiunto questo importante obiettivo dell’Amministrazione, che ci fa diventare esempio di comune virtuoso. Per tale intervento realizzato sarà richiesto un contributo al Dipartimento della Funzione Pubblica nell’ambito del PON “Governance e capacità Istituzionale” 2014-2020″- è quanto dichiara sulla sua pagina facebook la Sindaca del Comune di Cellole avv. Cristina Compasso, soddisfatta del traguardo raggiunto.

Comments

comments

Condivi il post su: