IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEI  PERITI INDUSTRIALI ELETTO CONSIGLIERE UNI

Campania Felix

05/02/2021

219 visualizzazioni

Giovanni Esposito (Pres. Cnpi): “Obiettivo, semplificazione ed efficienza normativa, più esperti nei gruppi di lavoro”.

C’è anche Giovanni Esposito, napoletano, Presidente del Consiglio Nazionale dei Periti Industriali, tra i 12 consiglieri che insieme con il neo eletto Presidente Giuseppe Rossi, guideranno, per il prossimo quadriennio 2021-2024, l’Ente Nazionale di Normazione Uni.

Imprenditore informatico, ha ricoperto cariche nel sistema di rappresentanza della categoria dei periti industriali prima a livello locale (Vice Presidente dell’Ordine di Napoli) poi nazionale (Presidente del Consiglio nazionale dei periti industriali).

“Proseguiamo la nostra attività nell’ UNI, già avviata nel precedente mandato che ci ha visto ricoprire la carica della Vicepresidenza, per continuare a rafforzare la governance dell’Ente condividendone gli obiettivi di semplificazione ed efficienza del sistema Paese”, ha dichiarato Esposito a margine delle elezioni, svoltesi per la prima volta, grazie alle recenti modifiche statutarie, in modo diretto.

Come professionisti  – ha aggiunto – crediamo fortemente nell’esigenza di snellire le attività normative anche attraverso la realizzazione di norme utili, pensate per chi concretamente le dovrà utilizzare. Il nostro impegno sarà quello di favorire la partecipazione degli esperti nei gruppi di lavoro a beneficio delle norme di sistema sulle attività professionali, di diffondere la norma tecnica e, quindi, la cultura della regola d’arte”.

Del Consiglio Direttivo UNI, come è noto, fanno parte anche 5 membri di nomina ministeriale (MiSE, MIT, Interno, Difesa, ISCOM), i Presidenti dei 7 Enti Federati, i rappresentanti di CNR, CEI, ACCREDIA, “Grandi soci” e i 2 Vicepresidenti della Commissione Centrale Tecnica UNI.

“La precedente consiliatura condotta da Piero Torretta al vertice dell’Ente dal 2008 – ha voluto ricordare Giovanni Esposito –  ha dato tanto alla normazione e all’UNI, aiutandolo a posizionarsi come agente della trasformazione tecnologica ed economica della Società, fortemente impegnato verso le ‘persone’, per dare risposte alle loro esigenze di benessere, sicurezza e qualità della vita”.

Comments

comments

Condivi il post su: