M5S, Ciarambino: “Agroalimentare settore strategico su cui puntare in Campania”

Campania Felix

25/07/2020

84 visualizzazioni

 

La candidata alla presidenza della Regione Campania con la viceministra all’Economia Castelli in visita agli operatori del food di Eccellenze Campane

Castelli: “Dal governo contributo notevole a un settore penalizzato dall’emergenza sanitaria”

“Nel nostro programma e nella nostra visione per la Campania l’agroalimentare è un settore strategico che ha già dimostrato di avere grandissime potenzialità, anche se tante sono ancora inespresse”. Lo ha dichiarato la candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Campania Valeria Ciarambino, nel corso di una visita al centro Eccellenze Campane di Napoli, accompagnata dal il viceministro dell’Economia Laura Castelli, dove ha incontrato il presidente del gruppo Adler Paolo Scudieri e l’amministratore delegato di Eccellenze Campane Achille Scudieri e gli operatori del food e dell’enogastronomia.

“Puntiamo al riavvicinamento dei giovani ai settori dell’agricoltura, dell’industria della trasformazione agroalimentare, alla valorizzazione delle eccellenze della nostra regione e all’internazionalizzazione delle imprese. Le etichette nelle nostre eccellenze dell’agroalimentare devono diventare il biglietto da visita della Campania nel mondo. La Regione Campania oggi non ha fatto niente: non esiste un progetto di marketing territoriale, né di vera internazionalizzazione. Il ministero degli Esteri – ha sottolineato ancora Ciarambino – ha messo a disposizione 1,4 miliardi. Ora è necessaria una sinergia tra le istituzioni regionali e i ministeri degli Esteri dell’Economia. Questo settore va reso forte perché ci siano opportunità di lavoro per i giovani della nostra terra”.

“Sull’agroalimentare – ha sottolineato la viceministra Castelli – il governo ha varato misure di sostegno alle imprese che sono rimaste penalizzate. Lo abbiamo fatto con il fondo perduto, sostenendo gli affitti e le bollette e continuiamo ad andare avanti su questa scia anche attraverso la sospensione dei tributi relativi ai mesi del lockdown e l’allungamento di altre misure fiscali. Ora – ha concluso Castelli – ci stiamo concentrando sugli investimenti. Questo settore mette insieme una filiera positiva che è capace di sostenersi, che abbraccia settori come il turismo e l’enogastronomia, molto caratterizzanti per la Campania come per tutta Italia”.

Comments

comments

Condivi il post su: