Napoli Quartieri Spagnoli: 15 persone denunciate, controlli del NIL e oltre 350 quelle identificate. Questo il bilancio di un servizio di controllo straordinario dei Carabinieri

Campania Felix

19/07/2020

124 visualizzazioni

 

Quartieri spagnoli passati al setaccio dai Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, durante un servizio straordinario di controllo del territorio per il contrasto dell’illegalità diffusa e spaccio e abuso di sostanze stupefacenti.

I militari della Compagnia Napoli Centro, insieme ai militari del Reggimento Campania e del Nucleo Radiomobile di Napoli e del Nucleo Ispettorato per il Lavoro, hanno controllato complessivamente 383 persone – 131 delle quali già note alle ffoo – e oltre 100 i veicoli.
55 le contravvenzioni al cds notificate, gran parte per guida senza casco, guida senza patente, dimenticanza di documenti, per mancanza di copertura assicurativa, mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e guida con auto sprovvista di revisione: 6 i ciclomotori sequestrati e affidati alle depositerie autorizzate.

15 le persone denunciate a diverso titolo.

5 persone – un 18enne, un 45enne, due 28enni ed un 43enne tutti del posto – sono stati denunciati per guida senza patente, reiterato nel Biennio. Un 30enne ed un28enne sempre di Napoli dovranno rispondere del reato di accensioni ed esplosioni pericolose.

2 persone – un 52enne e un 27enne tutti del posto – sono state denunciate per esercizio dell’attività di parcheggiatore abusivo.

1 la persona denunciata per il reato di evasione dagli arresti domiciliari.

Un 45enne di origini srilankese ed un 34enne senegalese risponderanno, invece, della violazione della normativa sull’immigrazione.

Non sono mancati controlli del NIL nel quartiere Chiaia e napoli San Giuseppe. Diversi gli esercizi commerciali passati a setaccio e 3 i titolari denunciati per violazione normativa sul lavoro.

5, infine, gli assuntori di stupefacenti segnalati alla Prefettura

Sala Stampa – Comando Provinciale Carabinieri di Napoli

Comments

comments

Condivi il post su: