Questa mattina all’ospedale di Caserta BEFANA SOLIDALE 2021 Il Club 4X4 Adventure per i bimbi in pediatria

Campania Felix

06/01/2021

327 visualizzazioni

 

 

Sono stati consegnati questa mattina ai bimbi del reparto pediatria dell’A.O. Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, i doni del Club Campano 4X4 Adventure, organizzazione sempre attenta alle emergenze sociali del territorio e protagonista di iniziative puntuali ed analoghe in tutta la provincia. Oltre a giocattoli e doni graditi ai bimbi ed alle loro famiglie, il club ha consegnato dei kit composti da sfigmomanometri digitali, dispositivi medici nasali (MAD) ed altro materiale di utilità pediatrica.

Il tutto si è svolto nel rispetto di tutte le norme e le precauzioni in materia anti-Covid, alla presenza del personale medico ed infermieristico, dirigenti e volontari. “Abbiamo scelto di regalare un pizzico di felicità ai bimbi meno fortunati, costretti tra le quattro mura dell’ospedale”, spiega Carlo Russo, presidente del Club 4X4 Adventure (appartenente alla FIF, Federazione Italiana Fuoristrada), “e lo abbiamo fatto in un giorno reso ancor più simbolico dall’emergenza Coronavirus. Come logico, non abbiamo incontrato direttamente i bimbi nè le loro famiglie, ma l’accoglienza che abbiamo ricevuto e l’emozione di fare del bene, ci ha commossi tutti. E’ solo l’inizio: saremo presenti a molte prossime iniziative, alcune come questa, organizzate da noi, ed altre in appoggio ad altre associazioni ed organizzazioni.”

E conclude: “Approfitto per ringraziare la direzione del nosocomio ed il personale sanitario che sta facendo un lavoro straordinario, tutti i soci che hanno contribuito in ogni modo alla realizzazione di questa indimenticabile mattinata di festa, perchè possiamo dire che per noi lo è stata senza alcun dubbio. Grazie dunque al coordinatore Eliodoro Belmare, ed ai soci fuoristradisti Danilo Cerchia, Dario Piccolo, Mario Panaro, Salvatore Piscitelli, Pasquale Migliore, Antonio D’addio, Antonio Marino, Danilo Bologna, Raffaele Di Tella, Pietro Mugnolo e Vincenzo Limoncelli.”

Comments

comments

Condivi il post su: