Rinnovo concessioni operatori ambulanti, Gruppo Pd: “Solidarietà alla collega Bruna Fiola per gli attacchi violenti e ingiusti di cui è stata vittima”.

Campania Felix

05/02/2021

207 visualizzazioni

 Napoli, 05 Febbraio 2021

Il 4 febbraio si è  concluso un accordo importante per la categoria ambulanti tra le associazioni di categoria e l’assessorato alle Attività Produttive della Regione Campania circa le linee guida per il rinnovo delle concessioni.

Tale accordo consegue agli emendamenti presentati dal gruppo PD nella legge di stabilità a fine anno e consentirà agli operatori ambulanti della Campania di rinnovare le concessioni senza alcun problema.

Le Associazioni presenti di Categoria ANVA – Confesercenti, SIVA – Aicast, Assocampania, Assimprese  si sono dichiarate soddisfatte.

I punti dell’intesa:

– Concessi ai Comuni ulteriori 60 giorni per avviare i procedimenti dei rinnovi;

– gli operatori dovranno inviare ai Comuni i dati dell’impresa e della concessione tramite pec;

– la verifica della regolarità contributiva è rinviata al 1 gennaio 2023 con l’entrata in vigore della Carta di Esercizio.

 E’ in corso di adozione il Decreto Dirigenziale con il quale, come concordato con  le categorie e in linea con le  indicazioni della  DGR n. 642 del 29/12/2020, saranno  formalizzate le  modalità di rinnovo delle concessioni di aree pubbliche per l’esercizio del commercio, nonche’ per lo svolgimento di attività artigiane, di somministrazione di alimenti e bevande, di rivendita di quotidiani e periodici e di vendita da parte di produttori agricoli, in scadenza al 31 dicembre 2020;  il Decreto sarà corredato di  uno schema di comunicazione  molto semplificato per il rinnovo della concessione.

Per questa intesa le associazioni hanno ringraziato gli esponenti Pd che si sono prodigati per gli emendamenti e per l’intesa, “tra cui l’on. Fiola relatrice della Legge Regionale n. 7 del 21 aprile 2020 con la quale è stato approvato il Testo Unico sul commercio, che invece è stata oggetto di attacchi violenti e scriteriati da parte di un sedicente sindacalista che in un vocale fatto girare sui social espone ingiustamente la collega a possibili spiacevoli conseguenze”.

Questa la nota congiunta di tutti i consiglieri del partito democratico in consiglio regionale della Campania.

“I fatti dicono che il Durc in Campania non esiste per gli ambulanti in quanto sostituito, per iniziativa del gruppo PD, dalla carta di esercizio, prorogata di ulteriori due anni nella sua applicazione grazie agli emendamenti presentati e approvati in legge di stabilità” – si legge nella nota.

“La collega, che aveva partecipato alla riunione, aveva tenuto giustamente a ribadire e a chiedere il rispetto della Legge Regionale 7/2020, chiarendo che la Campania ha scelto la Carta di Esercizio per il controllo della regolarità contributiva. Siamo in tempi difficili – continuano i consiglieri – e nessuno può strumentalizzare la buona fede di operatori in difficoltà, che peraltro hanno ricevuto segnali positivi dalla Regione Campania a più riprese”.

“Anche l’Assessorato stigmatizzi tali scorretti comportamenti, forieri di possibili violenze materiali, impedendo a tali pessimi protagonisti di sedere ai tavoli negoziali della Regione” così si conclude la nota.

Comments

comments

Condivi il post su: