Ciarambino: “Vaccini, De Luca la smetta con la demagogia e faccia chiarezza sui numeri”

Campania Felix

13/04/2021

118 visualizzazioni

La vicepresidente del Consiglio regionale: “Provocazioni e attacchi al Governo generano solo confusione”

“È ora che De Luca passi dalla demagogia alla chiarezza. Non abbiamo ancora capito a cosa miri la strategia del governatore sulla campagna vaccinale, ma al momento l’unico risultato che ha ottenuto con le sue provocazioni è solo generare confusione in un momento in cui serve serenità e trasparenza. Le dosi vaccinali sono state distribuite in proporzione alle categorie da vaccinare e se la Campania ha avuto meno vaccini è solo perché è inferiore la consistenza degli over 80 e degli operatori sanitari. Se De Luca è in grado di dimostrare il contrario, sarò la prima a intraprendere la battaglia sulla fornitura vaccinale alla Campania. Per invertire la rotta e uscire dalla situazione critica in cui siamo, dobbiamo agire nella direzione esattamente contraria a quella annunciata dal governatore, rispettando il piano nazionale e dando priorità ai più anziani e ai più fragili. Sono proprio queste le categorie a dover essere immunizzate al più presto, per liberare terapie intensive e reparti, ridurre i decessi e far ripartire l’assistenza a pazienti che soffrono di altre patologie. Ed è solo così che possiamo risollevare, di pari passo, anche l’economia con l’allentamento delle restrizioni”. Lo dichiara la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e capogruppo regionale M5S Valeria Ciarambino.

“De Luca cominciasse a praticare la trasparenza e a fornire i dati dei vaccinati non in rapporto alle adesioni alla campagna vaccinale, ma in rapporto al totale dei cittadini per categorie e fasce d’età. Solo così, probabilmente, capiremo se alla Campania, come continua a sostenere chi la governa, sono stati sottratti vaccini o se ne è stato dato distribuito un numero adeguato all’attuale fabbisogno, e il problema sta invece nel non aver rispettato le priorità di somministrazione”.

Comments

comments

Condivi il post su: