Donna Luisella: alla conquista del Borgo Marinari

Campania Felix

18/10/2021

86 visualizzazioni

 

Valerio Giuseppe Mandile

“Donna Luisella” sbarca a Borgo Marinari, zona simbolo di Napoli nel Mondo con il fascinoso Castel dell’Ovo costruito sull’isolotto di Megaride, e lo fa raddoppiando la posta: nuova location ristorativa – che verrà inaugurata domani sera, lunedì 18 ottobre – e B&B con apertura programmata il 28 ottobre.
Alle ore 20, l’apertura ufficiale dei battenti degli ampi e luminosi locali al livello terra dello stabile di Piazzetta Marinari dove la dinamica imprenditrice napoletana Luisa La Matta ha fatto realizzare pure tre suites al piano superiore.
Un fiore all’occhiello per la sua catena del gusto costruita con l’impegno anche di tutta l’affiatata famiglia sempre presente, e con competenze specifiche, iniziando dal marito Claudio Fusco che, come lei, ha parenti diretti da generazioni nel settore.
Luisella infatti è erede dei segreti e delle ricette della nonna della quale porta il nome che a sua volta è stata custode di quelli della mamma, apprezzata cuoca. Arriviamo così agli inizi del ‘900.
Impegnati al fianco di Luisa e Claudio, i figli gemelli Mirco e Danilo specializzati nell’arte bianca, vincitori di trofei per gli impasti di alta qualità, e autori del magnifico presepe realizzato in pasta di pizza, esposto nella Basilica napoletana di Santa Chiara. In amministrazione e a contatto con il pubblico, la terzogenita Federica, accanto a lei il fidanzato Michele Spinelli, pure eccellente pizzaiolo dalle vulcaniche idee.
Una cinquantina di dipendenti sono in forze nelle brigate di Cucina e di Sala.

Il gruppo Donna Luisella/Benvenuti al Sud viene fondato dieci anni fa con l’apertura della sede di Secondigliano, realizzata nei locali di famiglia di Luisa. Include i due locali di Benvenuti al Sud: a Corso Secondigliano e a Lusciano in provincia di Caserta, quest’ultimo destinato anche a grandi eventi. Inoltre il frequentatissimo punto di asporto Donna Luisella (sempre a Secondigliano).

Luisella ha al suo attivo il “Leone per l’imprenditoria”, e il riconoscimento della Consulta Nazionale dell’Agricoltura per la diffusione dell’autentica tradizione culinaria napoletana; è pure nei Discepoli d’Escoffier.
Ideatrice del fortunato brand concepito all’insegna della napoletanità in cui convergono: tradizione, genuinità, condivisione, felicità, divertimento, famiglia, vivacità, ha fatto della cucina tradizionale partenopea e della pizza buona e leggera i cavalli di battaglia dell’offerta ristorativa che si è rivelata un ottimo investimento.

Ora la manager napoletana punta sulla ricettività dell’isolotto di Megaride e investe appunto nella nuova sede situata all’ombra dell’antichissimo Castel dell’Ovo, nella location di Piazzetta Marinari, luminosa e raffinata, quanto accogliente.
180 posti a sedere: 150 negli interni e 30 ricavati nel panoramico esterno con pittoresca visuale.

Il successo di Donna Luisella/Benvenuti al Sud ha forti radici nell’armonia familiare, e di basa sulla scelta mirata di personale qualificato e particolarmente motivato, che crede in quello che è un vero e proprio progetto di vita che ha come fondamenti saldi principi morali. Innanzitutto la solidarietà.
L’infaticabile Luisa è tra i componenti principali della nota Squadra solidale di #InsiemeperilTerritorio, fondata dalla giornalista enogastronomica Teresa Lucianelli e protagonista della omonima e collegata rassegna itinerante solidale che promuove il territorio campano con le sue eccellenze. Con tanti altri famosi chef, tra i quali diversi stellati e pluristellati, è impegnata nelle manifestazioni enogastronomiche, artistiche, culturali e scientifiche di alta qualità ad essa collegate, organizzate in sostegno dei bambini meno fortunati, orfani e vittime di gravi problematiche, italiani e stranieri, della Campania e ospitati nella missione in Albania che ospita ragazzi provenienti dalle zone di guerra e provati dai conflitti. Fra gli obiettivi, anche il reinserimento dei giovani a rischio e portatori di handicap; il supporto alle persone e alle famiglie in gravi difficoltà e ai senza fissa dimora presenti sul territorio campano.
È pure tra i sostenitori della Parrocchia SS Alfonso e Gerardo a Miano, punto di riferimento certo per chi soffre, in una zona colpita da serie problematiche che richiedono consapevolezza e militanza attiva.

Comments

comments

Condivi il post su: