GUARDIA DI FINANZA NAPOLI. NELLA SETTIMANA DI “ZONA GIALLA” DELLA CAMPANIA 3110 CONTROLLI A PERSONE ED ESERCIZI COMMERCIALI. 88 LE SANZIONI COMPLESSIVE. 1 ARRESTO PER DROGA.

Campania Felix

03/05/2021

153 visualizzazioni

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza divNapoli ha intensificato, anche nella settimana di ingresso della Campania ne
lla “zona gialla”, il dispositivo dei controlli volti a verificare il rispetto delle misure di contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2.
In totale, sono state controllate tra il capoluogo e la provincia 2842 persone e 268 attività commerciali: 88 le sanzioni complessive a carico di persone senza mascherina e in strada durante il coprifuoco, soprattutto tra via Toledo, via Partenope, Piazza della Repubblica, via Cavalle
rizza a Chiaia, Vico Belle Donne, via Bisignano, via Coroglio, Vomero, Largo Baracche.
Sanzionate anche all’esterno dell’area portuale 25 persone “fuori orario” che hanno dichiarato di essersi attardate in zona Mergellina e in altre aree della “Movida”. Dai controlli sono scaturite anche segnalazioni alla Prefettura, denunce all’Autorità Giudiziaria e un arresto per spaccio di sostanze stupefacenti con sequestri di hashish, anche grazie all’ausilio delle Unità cinofile, tra la stazione Centrale “Garibaldi”, il quartiere San Carlo Arena e la Circumvesuviana di Barra. In particolare, tratto in arresto nel quartiere Soccavo dai “Baschi Verdi” del
Gruppo Pronto Impiego un 48enne spacciatore trovato in possesso di 100 gr. tra marijuana e hashish contenuti in 13 involucri,
10 gr. di cocaina suddivisa in 24 dosi e 1825 euro in contanti.
Inoltre, il 1° Nucleo Operativo Metropolitano, nell’ambito di un intervento ispettivo congiunto con il Commissariato di P.S. e
il Dipartimento della Polizia Municipale di Posillipo,equestro oltre 200.000 articoli e accessori per l’estetica, per acquario e pnalata alla
Camera di Commercio una 57enne di origine cinese titolare di unoer ufficio senza le indicazioni di sicurezza in lingua italiana. Segstore
di casalinghi.

Comments

comments

Condivi il post su: