San Giorgio a Cremano, primo comune campano a dare sostegno economico alle famiglie  

Campania Felix

15/12/2020

340 visualizzazioni

 

San Giorgio a Cremano – (Anna Smimmo) – San Giorgio a Cremano è il primo Comune campano ad erogare i buoni spesa per l’emergenza alimentare. E’ partita infatti lunedì 14 l’erogazione dei pin alle famiglie che ne hanno fatto richiesta, da utilizzare nei negozi aderenti all’iniziativa, tutti siti sul territorio di San Giorgio a Cremano.  Dopo 24 ore sono già circa 400 le persone che potranno usufruire dei buoni alimentari e non.

I bonus questa volta sono 2.0, in quanto vengono erogati via sms, attraverso una piattaforma convenzionata con Anci, che serve altri duecento Comuni italiani. Il sistema  è semplice. Per ogni buono per la spesa alimentare attribuito in modo automatico, sarà riconosciuto un buono spesa per l’acquisto di generi non alimentari.

L’iniziativa consentirà a moltissime famiglie sangiorgesi, colpite dalla crisi dovuta all’emergenza Covid, di fare la spesa e di comperare i regali di Natale. Si tratta di una iniziativa voluta dalla maggioranza che ha votato la variazione di bilancio. Infatti è integralmente finanziata con fondi del bilancio comunale,  grazie al lavoro dell’assessore al Bilancio e alle Politiche Sociali, Giuseppe Giordano.

“E’ motivo d’orgoglio, per noi, aver risposto in tempi così rapidi al bisogno impellente di così tante persone – fa sapere il Sindaco Giorgio Zinno –  mentre si avvicinano i giorni delle feste natalizie. C’è chi potrà compare il cibo necessario alla propria famiglia, chi potrà acquistare un maglione più caldo, chi potrà regalare un giocattolo ai propri bambini. Siamo vicini ai cittadini e ai commercianti – aggiunge Zinno – tanto da mettere in campo sia interventi di sostegno economico che rendendo l’atmosfera in città piacevole con la filodiffusione, le luminarie e le attività della città dei Bambini e delle Bambine.”  

Gli uffici stanno lavorando giorno e notte per poter effettuare le verifiche anagrafiche. I  controlli sono rigorosissimi ed effettuati di concerto con la Guardia di Finanza, a cui sarà trasmessa anche questa volta tutta la documentazione tradotta dai cittadini.

Grazie anche al sostegno delle Fiamme Gialle abbiamo già identificato alcuni “furbi” che sottraggono risorse a chi è più povero: saremo, ancora una volta, inflessibili.

Al momento si sono convenzionati una dozzina di esercizi commerciali del nostro territorio.

“Poiché c’è oltre mezzo milione di euro a disposizione, auspichiamo che molti altri possano aderire – conclude Giuseppe Giordano –  sia per favorire il diritto alla scelta dei consumatori, sia per fare in modo che il sostegno economico che stiamo dando sia diffuso su tutto il territorio”.

 

Comments

comments

Condivi il post su: