Sanità pubblica: la Commissione avvia una consultazione sulla legislazione dell’UE concernente sangue, tessuti e cellule

Campania Felix

22/01/2021

214 visualizzazioni

La Commissione ha avviato una consultazione pubblica per raccogliere pareri sulle opzioni strategiche proposte per rivedere le direttive sul sangue e su tessuti e cellule. L’attuale legislazione, adottata nel 2002 e nel 2004, ha notevolmente migliorato la sicurezza e la qualità di tali sostanze, ma è ormai obsoleta e non tiene adeguatamente conto dei nuovi sviluppi scientifici e tecnici verificatisi negli ultimi anni, come documentato in una valutazione del 2019.

Stella Kyriakides, Commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, ha dichiarato: “Una valutazione della legislazione dell’UE su sangue, tessuti e cellule ha dimostrato la necessità di un aggiornamento nel quadro del nostro impegno a favore di un’Unione europea della salute più forte. La crisi COVID-19 ha evidenziato ulteriormente tale necessità, data la nostra marcata dipendenza dai paesi terzi per il plasma. I medicinali ottenuti a partire da plasma donato sono fondamentali per la cura di molti pazienti. Attendo con interesse i risultati di questa consultazione, che ci aiuterà a mantenere le trasfusioni, i trapianti e la riproduzione assistita sicuri ed efficaci anche in futuro.”

La consultazione avviata oggi rappresenterà una tappa fondamentale nel processo di aggiornamento della legislazione, al fine di istituire un quadro più flessibile che sia adeguato allo scopo e alle esigenze future. Ciò richiederà l’allineamento agli sviluppi scientifici e tecnologici, la lotta contro l’emergere e il riemergere di malattie trasmissibili e la protezione dei donatori e dei pazienti in un settore caratterizzato da una commercializzazione e una globalizzazione crescenti. Il processo terrà conto di una serie di insegnamenti tratti dalla pandemia di COVID-19. Una proposta potrebbe essere presentata entro la fine di quest’ann

Comments

comments

Condivi il post su: